Giovani e media - Portale informativo per la promozione delle competenze mediali

Ricerca

Acquistare, scaricare e condividere online senza rischi

Che si tratti di brani musicali, film, videogiochi, vestiti o gadget, su Internet i bambini e i giovani trovano tutto ciò che desiderano. Molte offerte, però, non sono gratuite e alcune celano pericoli: i tentativi d’imbroglio, le pubblicità personalizzate e gli abbonamenti truffa, ad esempio, non sono sempre facili da riconoscere. E chi vuole condividere le sue musiche o i suoi film preferiti con gli amici rischia di infrangere la legge. Per i genitori questo significa informarsi, informare i figli, stabilire regole e procedere alle opportune impostazioni tecniche. Qui di seguito vi spieghiamo come fare concretamente.

85%
DEI RAGAZZI TRA I 14 E I 19 ANNI FA ACQUISTI ONLINE. (WORLD INTERNET PROJECT – SVIZZERA 2017)
53%
DEL LORO FATTURATO GENERANO LE CASE DISCOGRAFICHE SVIZZERE CON LE VENDITE ONLINE. (COMUNICATO STAMPA DELL’IFPI SVIZZERA DEL 17 MARZO 2017)
8,5
MILIARDI DI FRANCHI HA SPESO LA POPOLAZIONE SVIZZERA PER ACQUISTI IN RETE NEL 2017. (ASSOCIAZIONE SVIZZERA DI VENDITA PER CORRISPONDENZA)
jum-lightbulb

Buono a sapersi

Download, upload, streaming: cosa è permesso e cosa no?

  • In Svizzera è permesso scaricare gratuitamente musica, film e altri file protetti da diritti di autore per uso proprio. Questi file possono essere utilizzati in un ambito strettamente privato (parenti, amici).
  • In Svizzera è legale anche la fruizione in streaming di musica, film e serie televisive.
  • È invece vietato scaricare gratuitamente programmi e videogiochi per computer e console con obbligo di pagare.
  • È proibito anche caricare dati (upload) senza il consenso dell'autore, poiché in questo modo i file sono messi a disposizione di un numero illimitato di persone (filesharing). Negli ultimi anni molti Paesi sono intervenuti con fermezza per contrastare tali reti peer-to-peer, visto che le industrie dei film e della musica lamentano ingenti perdite di entrate.
  • Principio generale: senza l'autorizzazione dei genitori il contratto d'acquisto dei minorenni è nullo.
  • Eccezione: i minorenni capaci di discernimento possono concludere autonomamente dei contratti d'acquisto, a patto che possano pagare, dunque con la loro paghetta o il loro salario.
  • Importante: i genitori autorizzano la conclusione del contratto, ma il figlio è l'unico partner contrattuale ed è quindi esclusivamente tenuto al pagamento. In caso di mancato pagamento da parte di quest'ultimo, i genitori non ne rispondono, a meno che la loro responsabilità non sia esplicitamente definita nel contratto.
  • Gli acquisti online possono portare all'indebitamento, soprattutto quando i giovani ordinano merce che non possono permettersi. In tal caso rischiano di vedersi addebitare spese di esecuzione elevate da parte di imprese di recupero crediti.
  • «Imbroglio» è un termine colloquiale utilizzato spesso per designare transazioni effettuate a prezzi eccessivi. 
  • Chi si fa imbrogliare può, comprensibilmente, sentirsi truffato. Sul piano puramente penale, gli imbrogli non costituiscono tuttavia una truffa, benché si situino in una zona grigia.
  • Il problema è che molto spesso le vittime non si informano sulle condizioni contrattuali e non leggono le Condizioni generali di contratto (CGC). Così facendo, le accettano e stipulano un contratto giuridicamente valido.

Il termine darknet indica reti all'interno di Internet, criptate a più livelli, a cui non è possibile accedere attraverso i comuni browser e motori di ricerca. Esse permettono di navigare restando anonimi, un fattore che può rivelarsi importante per oppositori in Paesi in cui la libertà di opinione è limitata, whistleblower o giornalisti. L'utilizzo di una darknet non è dunque di per sé illegale. Tuttavia attraverso di essa vengono anche diffusi molti contenuti illegali ed effettuate transazioni illecite: contenuti pedopornografici ed estremisti o attività nel mercato nero quali narcotraffico, traffico di armi e tratta di esseri umani. Bambini e giovani esperti dal punto di vista tecnico possono accedere con relativa facilità a una darknet. Informazioni sull'accesso e sui processi di acquisto (che richiedono bitcoin) si trovano ad esempio su forum. Spesso i bambini e i giovani non sono consapevoli dei rischi e delle possibili conseguenze penali a cui vanno incontro, per esempio se ordinano sostanze stupefacenti sulla darknet.

 

jum-umbrella

A cosa prestare attenzione?

  • Per partecipare a una rete peer-to-peer, generalmente occorre installare un apposito programma e creare un conto utente. Dopo aver aderito a una simile rete virtuale, si possono sia scaricare dati di altri membri della rete (p. es. film e musica) sia mettere a disposizione di terzi la propria collezione di dati.
  • Occorre essere ben coscienti del quadro giuridico: scaricare è permesso, caricare è invece punibile.
  • Servizi poco seri sono impostati in modo tale che mentre si scarica, automaticamente si avvia sullo sfondo un caricamento e dunque una violazione punibile dei diritti d’autore.

La pubblicità ricorre a varie strategie per catturare l'attenzione degli utenti. I bambini possono avere difficoltà a riconoscere la pubblicità in quanto tale. Questo vale in particolare per le forme pubblicitarie elencate di seguito:

  • pubblicità nativa: questa strategia si prefigge esplicitamente di non far percepire la pubblicità in quanto tale; gli annunci sembrano contenuti redazionali, diffusi ad esempio su portali informativi, nonché mediante reti sociali, blog o newsletter;
  • Finestre pop-up da chiudere per poter accedere o tornare al sito desiderato.
  • Elementi pubblicitari, quali loghi o nomi di sponsor e marche, che non sono chiaramente distinguibili dal layout del resto del sito.
  • Giochi-concorso con premi, integrati a una pagina Web, che incitano l'utente a partecipare.
  • Pubblicità con personaggi famosi, incluse le pubblicità indirette (product placement) nelle reti sociali, soprattutto da parte di star di YouTube. → Autorappresentazione & ideali di bellezza
  • Offerte apparentemente gratuite (p. es. giochi a premi, suonerie, test di ogni tipo, ripetizioni scolastiche, chat, software) possono celare costosi abbonamenti indesiderati. È necessario prestare attenzione quando vengono richiesti i propri dati personali e controllare se vi siano clausole contrattuali scritte a caratteri piccoli o nascoste nelle condizioni generali di contratto che obbligano l'utente a sottoscrivere un abbonamento costoso o di lunga durata.
  • Spese di spedizione eccessive dei negozi online: prima di confermare l'acquisto occorre ricontrollare attentamente l'importo totale, preferibilmente con l'aiuto dei genitori.
  • Link ingannevoli su piattaforme di media sociali e in applicazioni che attirano con presunte vincite. In generale bisogna diffidare di questo tipo di promesse.
  • Addebito di costi occulti: rischio frequente soprattutto per chi usa il cellulare. → Smartphones & tablet
  • Su siti di streaming di dubbia reputazione vi è il rischio di scaricare malware o di cadere vittime di pubblicità fraudolente.
  • I siti Internet contengono inoltre spesso contenuti inadatti ai bambini quali pornografia o giochi d'azzardo.
  • Questi servizi sono concepiti in modo tale che parallelamente allo streaming di dati avviene anche un upload e l'utente si trova a violare la legislazione sui diritti d'autore.
  • Questi servizi sono perlopiù riconoscibili per il fatto di essere registrati in piccoli Stati (p. es. a Tonga: kinox.to, movie4k.to)

 

Attenzione

È vietato caricare su Internet film, musica o immagini senza l'autorizzazione dell'autore.

jum-hand

Cosa possono fare i genitori?

Informare e sensibilizzare

  • Discutete con i vostri figli degli aspetti da considerare quando scaricano, visualizzano in streaming o condividono brani musicali, film e serie televisive. Spiegate loro chiaramente cosa è permesso e cosa è punibile. 
  • Informateli sulle strategie pubblicitarie, sui fini commerciali e sui possibili tentativi d'imbroglio. Navigate insieme a loro alla ricerca di esempi utili, affinché possano esercitarsi a reagire correttamente quando si ricevono messaggi pubblicitari o si nota qualcosa di strano.

Stabilire regole

  • Stabilite con i vostri figli cosa possono fare da soli e cosa solo in vostra compagnia. Scaricare file o applicazioni è possibile soltanto con il vostro consenso esplicito.

Ulteriori consigli su temi specifici

  • I bambini e i giovani non dovrebbero scaricare dati senza aver prima chiesto il permesso ai genitori.
  • Alcuni servizi, come Jamendo e Creative Commons, mettono a disposizione gratuitamente determinati contenuti, con il consenso dell'autore, a scopo privato e non commerciale.
  • I programmi open source e freeware sono una valida alternativa a software a pagamento (per esempio Open Office al posto di Microsoft Office).
  • Verificate l'affidabilità della fonte ed evitate i servizi poco raccomandabili (p. es. le piattaforme di streaming).
  • Proteggete il computer di famiglia e tutti gli altri computer della vostra rete con un programma antivirus regolarmente aggiornato.
    → Sicurezza & protezione dei dati
  • Scoprite con i vostri figli com'è impostato il vostro programma di condivisione di file. Con le impostazioni standard è generalmente possibile caricare file illimitatamente (upload). Modificate queste impostazioni per non violare involontariamente la legge.
  • Verificate la reputazione del venditore: dispone di un marchio di qualità (p. es. quello dell'Associazione svizzera di vendita per corrispondenza)? Sul sito Internet sono indicati un numero di telefono e un indirizzo della ditta? La ditta è effettivamente iscritta nel registro di commercio (registro di commercio online Zefix dell'Ufficio federale di giustizia)? La presenza di numerosi errori di ortografia può essere un indizio di scarsa affidabilità del venditore.
  • Leggete innanzitutto le indicazioni a caratteri piccoli e/o le condizioni generali di contratto (CGC).
  • Informatevi sulle spese di spedizione e, nel caso di venditori esteri, sulle disposizioni doganali.
  • Particolare attenzione è d'obbligo nel caso di «affari da non perdere». Controllate ancora una volta il prezzo finale d'acquisto (incluse le spese accessorie).
  • Verificate le condizioni di pagamento e di spedizione nonché il diritto di restituzione. Il venditore è tenuto a informare sulle condizioni e sui costi di spedizione. I venditori affidabili offrono inoltre di regola diverse possibilità di pagamento (fattura, carta di credito, PayPal). Siate scettici se vi si chiede un pagamento anticipato.
  • Se vostro figlio ha meno di 18 anni e ha effettuato un acquisto senza il vostro consenso, comunicatelo immediatamente al partner contrattuale. Questo passo è indispensabile per far dichiarare nullo il contratto di compravendita.
  • Create account separati sul computer di famiglia, altrimenti vi è il rischio che i vostri figli accedano a siti in cui sono memorizzati i dati della vostra carta di credito. In tal caso può essere relativamente semplice procedere ad acquisti. Su Amazon, per esempio, vi è una procedura che permette di effettuare acquisti con un solo click e che può essere facilmente utilizzata anche dai bambini.
  • mpostazioni tecniche: attivate i dispositivi per il blocco degli annunci pubblicitari, autorizzate i cookie solo di volta in volta e cancellate regolarmente la cronologia del vostro browser.
    → Sicurezza & protezione dei dati
  • Siate cauti nell'iscrivervi a siti e nel fornire i vostri → dati personali. Questo vale in particolare per i concorsi che attirano l'attenzione promettendo dei premi. Premesso che è sconsigliabile partecipare a tali concorsi, i bambini dovrebbero compilare i moduli di partecipazione solo sotto la supervisione dei genitori.
  • Nelle app e nei giochi online evitate di effettuare i cosiddetti acquisti in-app. 
    → Smartphone & tablet
  • Un programma per la protezione dei minori può garantire una certa tutela, ma i bambini e i giovani che hanno dimestichezza con l'informatica non avranno problemi ad aggirarlo.
  • Per questo motivo è particolarmente importante un dialogo aperto. Affrontate l'argomento e spiegate con chiarezza con quali atti ci si può rendere punibili.
  • In caso di ordinazioni online, informatevi sul contenuto di un pacchetto.
  • Fate attenzione a eventuali segni di un comportamento problematico o consumo di droghe. Osservate cambiamenti a livello psichico? Vostro figlio si chiude in se stesso? Non esitate a chiedere aiuto a un organo specializzato (→ Consultori).
jum-hand

Ulteriori informazioni utili

  • Jamendo – Piattaforma per scaricare musica legalmente, gratuitamente e senza limiti 
  • Creative Commons – Motore di ricerca per musica, video, fotografie, ecc. gratuiti (in inglese) 
  • Guida agli acquisti online della SECO
  • Organo di mediazione per il commercio elettronico dello Schweizerische Konsumentenforum (in tedesco) 
  • Consigli e consulenze su vari temi, tra cui acquisti online e indebitamento, dell'Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana
  • Finance Mission Heroes – Videogioco sul tema dell'indebitamento 
  • Estratto del Rapporto della Commissione federale per l'infanzia e la gioventù «Critici o manipolati? I giovani e il consumo consapevole»
  • Consigli «Come proteggersi da acquisti in-app indesiderati»

Vi potrebbero interessare anche