Navigazione con access keys

Chattare con gli amici, flirtare con conoscenze fatte in Internet, dialogare attraverso servizi di messaggistica istantanea e media sociali, condividere interessi e foto, guardare video su YouTube o serie in streaming, fare ricerche per i compiti scolastici e giocare a videogiochi: queste sono solo alcune delle attività dei giovani in Internet, con le quali appagano il proprio bisogno di appartenenza, scambio, apprendimento e intrattenimento. In tal modo corrono però anche il rischio di imbattersi in fenomeni quali fake news, contenuti estremisti e pornografici, molestie sessuali o ciberbullismo. In questa rubrica vi informiamo sui principali temi concernenti l’utilizzo dei media digitali da parte dei bambini e dei giovani. Scoprite cosa dovrebbero sapere i vostri figli e come potete accompagnarli in quanto genitori.
Fake news & manipolazione

Fake News & manipolazione – Bolle di filtraggio, social bot e bufale

Notizia vera o falsa? Immagine autentica o manipolata? Rispondere a queste domande non è sempre facile nella giungla di informazioni presenti su Internet. Per i bambini e i giovani di oggi una delle principali sfide consiste nell’acquisire la capacità di valutare la veridicità del contenuto di testi, immagini o video. È importante che essi sviluppino uno sguardo critico e adottino strategie per valutare i contenuti mediatici. Gli adulti, grazie alla loro esperienza, svolgono l’importante ruolo di accompagnarli in questo processo di apprendimento.

Leggi tutto 

Estremismo & odio

Estremismo & odio in rete

In Internet i giovani sono sempre più spesso confrontati con forme di violenza digitale, contenuti e discorsi radicali. Possono cadere vittime di propaganda, attacchi personali o ingiurie, ma anche condividere senza riflettere contenuti problematici di terzi – inconsapevoli del discorso antidemocratico che essi celano – o persino commettere loro stessi aggressioni e diffondere discorsi d’odio. Tutto ciò può sfociare in atti di violenza concreti nel mondo reale. I giovani hanno bisogno di punti di riferimento per capire dove sono i limiti della diffamazione e della discriminazione e sviluppare così un atteggiamento di ferma opposizione all’odio e all’estremismo. I genitori possono aiutarli a riflettere sulla propria posizione nei confronti di religione, discriminazione e democrazia, a sviluppare una cultura costruttiva del dibattito e ad analizzare criticamente i contenuti.

Leggi tutto 

Ciberbullismo & happy slapping

Ciberbullismo & happy slapping – Umiliare e rovinare

I media sociali e i servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp sono particolarmente apprezzati dai giovani. Tuttavia, non vengono sempre utilizzati con le migliori intenzioni: immagini imbarazzanti di compagni, video di risse nei cortili delle scuole, messaggi offensivi, assillanti o persino minacciosi non sono rari. E una volta in rete, questi contenuti si diffondono in un attimo. Il ciberbullismo e l’happy slapping sono fenomeni che vanno presi sul serio. Ciò che all’inizio vuol essere solo una «innocente» presa in giro può avere conseguenze molto gravi e persino essere punibile penalmente. Sovente, però, le vittime non trovano il coraggio di parlarne. È quindi importante sensibilizzare molto presto i bambini, prendere sul serio i segnali d’allerta e, se necessario, intervenire.

Leggi tutto 

Immagine & autorappresentazione

Autorappresentazione & ideali di bellezza

Postare selfie su Instagram e Snapchat, presentarsi con video su Youtube, mettere «like» alle foto di amici e condividerle: per i giovani l’autorappresentazione in rete non è importante solo per il riconoscimento, ma anche per lo sviluppo della propria identità. Ma nel mondo digitale la realtà viene spesso distorta o rappresentata in modo incompleto. Ideali di bellezza lontani dalla realtà, la vita apparentemente perfetta di star e idoli e la pressione di acquisire tanti like, amici e clic possono ripercuotersi negativamente sull’autostima e sulla percezione del proprio corpo. È dunque importante avere un approccio critico nei confronti del mondo presentato nel Web e una sana autostima. I genitori possono discutere con i propri figli per incoraggiarli in tal senso.

Leggi tutto 

Dipendenza

Dipendenza

Videogiochi, app e media sociali esercitano grande fascino sugli adolescenti. I videogiochi risvegliano la voglia di avventura e soddisfano il bisogno di successo. Nelle reti sociali i giovani possono vivere l’approvazione e l’appartenenza sociale. I fornitori di servizi online sviluppano costantemente raffinati sistemi di ricompensa per fidelizzare gli utenti, un fattore che accresce il potenziale di dipendenza. Se il centro d’interesse si sposta dalla vita reale a quella virtuale, questo può ripercuotersi in modo drammatico a lungo termine. In questa rubrica vi presentiamo come riconoscere un utilizzo problematico della rete e una dipendenza da Internet e come i genitori possono sostenere i propri figli nel trovare un equilibrio tra le attività del tempo libero con e senza media digitali.

Leggi tutto 

Comunicare

Comunicare e partecipare a chat, reti sociali e forum

Scambiarsi le ultime notizie, chiacchierare e curare le amicizie: le chat e i servizi di messaggistica istantanea permettono di rimanere in stretto contatto, ovunque e in ogni momento, con i propri amici. Comunicare è diventato più facile che mai nell’era digitale, ma non solo: i media digitali offrono anche nuove opportunità di impegnarsi. Nelle comunità online i bambini e i giovani trovano infatti rapidamente chi la pensa come loro e condivide i loro stessi interessi.

Leggi tutto 

Ricercare & apprendere

Imparare in modo ludico ed essere creativi con i media sociali

I media elettronici non permettono solo l’intrattenimento e il divertimento. Essi sono anche preziose fonti di informazioni, aiuti all’apprendimento, canali per la diffusione di conoscenze e promotori della creatività. A beneficiarne sono grandi e piccini, che sia per la scuola, nella vita professionale o nel tempo libero. Ma come fare affinché la ricerca di informazioni vada a buon fine nel mare di offerte disponibili in rete? Come sfruttare al meglio i media a scuola e sul posto di lavoro? Quali capacità cognitive e pratiche possono essere promosse e in che modo? E come utilizzare i media in modo creativo?

Leggi tutto 

Sessualità & pornografia

Sessualità e pornografia in rete

Flirtare, innamorarsi, guardare film porno: la curiosità nei confronti della sessualità fa parte del divenire adulti. Le informazioni non vengono date solo in famiglia e a scuola, ma anche attraverso Internet. Nei media sociali si cerca di fare nuove conoscenze e ci si può scambiare messaggi sexy chattando. In questo modo però, la naturale curiosità può trasformarsi in un rischio: i contenuti pornografici possono turbare o trasmettere un’immagine distorta della sessualità. I forum e le reti sociali offrono una piattaforma anonima per compiere aggressioni sessuali. Per non parlare del fatto che un selfie erotico può essere diffuso rapidamente in rete. È fondamentale dialogare con i figli con tranquillità, in modo adatto alla loro età e accompagnarli mostrando comprensione per permettere uno sviluppo sessuale sano e una buona capacità di giudizio.

Leggi tutto 

Sicurezza & protezione dei dati

Navigare in sicurezza: protezione dei dati e della sfera privata

Abuso di dati personali, contenuti non adatti ai minori, virus dannosi, spam, costose telefonate da numeri con prefissi strani e tentativi di raggiro: come proteggere i bambini e i giovani da questi rischi? Le misure tecniche rappresentano una possibilità d’intervento, ma non garantiscono una protezione totale. Per tale ragione è importantissimo che gli adolescenti imparino a muoversi nel mondo digitale in modo prudente e responsabile, grazie al sostegno dei genitori.

Leggi tutto 

Acquisti & download

Acquistare, scaricare e condividere online senza rischi

Che si tratti di brani musicali, film, videogiochi, vestiti o gadget, su Internet i bambini e i giovani trovano tutto ciò che desiderano. Molte offerte, però, non sono gratuite e alcune celano pericoli: i tentativi d’imbroglio, le pubblicità personalizzate e gli abbonamenti truffa, ad esempio, non sono sempre facili da riconoscere. E chi vuole condividere le sue musiche o i suoi film preferiti con gli amici rischia di infrangere la legge. Per i genitori questo significa informarsi, informare i figli, stabilire regole e procedere alle opportune impostazioni tecniche. Qui di seguito vi spieghiamo come fare concretamente.

Leggi tutto 

{$TEXT.titleCol}