Navigazione con access keys

Competenze mediali

Bambini delle scuole elementari e media – Sfruttiamo e seguiamo la loro curiosità

I bambini e i giovani utilizzano i media digitali con grande naturalezza e senza timore. Riescono ad integrare diversi apparecchi nella loro vita quotidiana, scoprendone passo per passo le varie possibilità. Il grado di creatività e le modalità concrete con cui ricorrono ai media dipendono soprattutto dalle esperienze fatte in famiglia. Come insegnate molto presto ai vostri figli ad attraversare la strada in sicurezza, così potete stare accanto a loro e fare i primi passi insieme quando iniziano ad esplorare il mondo digitale.

{$TEXT.titleCol}

  
 
48%
dei bambini e dei ragazzi tra i 6 e i 13 anni che abita in Svizzera ha un proprio cellulare (Studio MIKE 2017).
29%
dei bambini di 6-7 anni utilizza Internet al meno una volta la settimana. (Studio MIKE 2017).
39%
dei genitori va su Internet con i figli almeno una volta a settimana (Studio MIKE 2017).
  
  
  

Buono a sapersi

  
 
 

Una storia di vita quotidiana

Chiara, 10 anni, ha un lettore CD con cui ascolta racconti e musica, un vecchio lettore MP3 senza connessione a Internet con la sua musica preferita per quando si trova fuori casa e una radiosveglia.

Ha ricevuto anche il vecchio smartphone di suo padre, con il quale però non può accedere a Internet; fuori casa lo usa solo per informare i suoi genitori quando è in ritardo. I suoi programmi televisivi preferiti sono le trasmissioni sugli animali e i talent show come "The Voice", che guarda con i genitori.

Chiara non ha un computer tutto suo, ma ha un proprio profilo su quello della famiglia. Per la scuola lavora con Dropbox, Word e PowerPoint. Usa il suo conto di posta elettronica per comunicare regolarmente via e-mail con i suoi compagni di classe. Per le ricerche, pur conoscendo i motori di ricerca usuali per bambini, utilizza soprattutto Google, come i suoi amici. Sul tablet della madre gioca volentieri a Minecraft o risolve sudoku, utilizzando profili con nomi di fantasia. Può guardare anche video musicali su YouTube.

Chiara parla con grande naturalezza dei diversi media e di come li utilizza. È inoltre molto fiera della (finta) macchina fotografica digitale che ha costruito da sola e ne presenta volentieri tutti i dettagli: il pulsante di accensione, lo zoom, il flash e lo schermo. Ha pensato anche alla scheda di memoria e a un pulsante per passare dalla modalità video a quella foto o dalla registrazione alla visualizzazione; per costruire il cavo per ricaricare la batteria ha attaccato uno spago a una gomma.

 
 

Bambini in età di scuola elementare – Come utilizzano i media e di cosa hanno bisogno

  • žOggigiorno la maggior parte dei bambini può accedere a una gran varietà di media. Che si tratti di cellulare, tablet o computer, tutti gli apparecchi destano la curiosità dei bambini, che hanno voglia di provarli. Questa voglia di scoperta può essere sfruttata per favorire attività mediali creative.
    → Cercare & imparare
  • I bambini entrano in contatto con i media anche a scuola e con i compagni di gioco. Se ciò permette loro di imparare cose nuove, per i genitori rappresenta però una sfida, dato che hanno sempre meno una visione d'insieme di quando e cosa fanno i loro figli. Possono inoltre nascere conflitti, se i coetanei hanno magari già uno smartphone o una propria console, e voi non volete ancora permettere le stesse cose ai vostri figli.
  • I bambini e i ragazzi non hanno per forza bisogno di avere apparecchi propri e nemmeno di avere gli ultimi modelli. Se pensiamo allo smartphone, gli specialisti lo consigliano solo a partire dall'età di 12 anni. Se fosse necessario prima, si dovrebbe far in modo che i bambini dispongano solo delle funzioni principali. Per sapere come tener d'occhio l'utilizzo dei media da parte dei vostri figli, cliccate qui.
    → Smartphone & tablet
  • Per principio, non dovrebbero navigare in rete senza controllo. Tenete presente che è possibile avere una connessione a Internet anche con le nuove generazioni di lettori MP3, console da gioco e televisori.
  • Infine, per i bambini e i ragazzi è importante poter dialogare. In tal modo riescono a contestualizzare meglio le loro esperienze mediali. Per esempio, se siete accanto a loro davanti alla TV potranno rivolgersi direttamente a voi con le loro domande.
  
  
  

Utilizzo dei media adeguato all’età

  
 
 

Televisione

  • Tra i 6 e i 9 anni di età i bambini iniziano a distinguere tra realtà e finzione. A partire dall'età di 10 anni sviluppano la capacità di astrazione necessaria per prendere sempre più le distanze da ciò che vedono in TV.
  • Gli esperti raccomandano le seguenti direttive per quanto riguarda il consumo quotidiano di programmi televisivi:
    • fra i 6 e i 9 anni: al massimo 45 minuti
    • a partire dai 10 anni: al massimo 60 minuti
  • Se i vostri figli lasciano perdere tutto il resto per guardare una trasmissione, vuol dire che danno troppa importanza alla TV.
 
 

Internet

  • žAccompagnate i vostri figli quando navigano in Internet. Fatevi un'idea delle pagine web adeguate alla loro età e visitatele insieme. I motori di ricerca per bambini garantiscono di trovare contenuti appropriati.
    → Link: Cercare & imparare
  • Grazie a un elenco dei siti preferiti, i vostri figli potranno orientarsi più facilmente.
  • L'importante è che imparino a capire che cos'è Internet e a che cosa può servire, ma anche a che cosa devono stare attenti.
  • Una volta acquisita maggiore sicurezza, potranno iniziare a navigare in rete anche da soli. Stabilite cosa possono fare e per quanto tempo e rimanete nei paraggi in caso di bisogno o per eventuali domande.
 
 

Smartphone & tablet

  • žQuando i vostri figli iniziano a voler un cellulare o uno smartphone (magari perché alcuni compagni di classe ne possiedono già uno), discutetene con loro. Perché desiderano un cellulare? Tramite quali canali vorrebbero comunicare? Cosa utilizzano i compagni di classe? Per orientarvi potete consultare la nostra rubrica Smartphone & tablet
    Smartphone & tablet
  • Informate i vostri figli anche sui rischi e discutete delle regole da seguire nelle chat.
    → Comunicare
 
 

App & videogiochi

  • žI bambini e i ragazzi non sono ancora in grado di valutare quali offerte sono adatte a loro e quali no. L'installazione di app e videogiochi spetta dunque ai genitori. Tenete conto delle indicazioni sui limiti di età.
    → Videogiochi
  • Mostrate ai vostri figli a cosa prestate attenzione prima di scaricare un'app e, se del caso, spiegate loro perché ritenete che un'app non sia adeguata.
    Smartphone & tablet
  • Attivate sui dispositivi mobili della famiglia un accesso protetto.
    Sicurezza & protezione dei dati
  

Ricordate

I bambini si ispirano al comportamento delle loro persone di riferimento. Prestate dunque attenzione al vostro uso dei media.

  
  

Consigli per tutti i giorni

 
 

Concordare regole anziché imporre divieti

  • žStabilite insieme con i vostri figli le regole di utilizzo dei media digitali (tempo, orario, trasmissioni e programmi) e adeguatele regolarmente. È anche possibile concordare giornate senza schermi. È poi importante che controlliate il rispetto delle regole, altrimenti non servono a nulla.
  • Fate attenzione al tempo complessivo trascorso davanti a uno schermo (televisione, Internet, videogiochi e cellulare):
    • nei giorni infrasettimanali, non dovrebbe superare i 60 minuti per i bambini più piccoli e i 90 minuti per quelli più grandi,
    • per un totale a settimana di cinque ore per i bambini tra i 6 e i 9 anni e al massimo dieci ore per quelli tra i 10 e i 12 anni.
  • Non lasciate che i programmi televisivi strutturino la vostra giornata: usate la funzione di replay o registrate le trasmissioni.
  • Trovate il giusto compromesso: non demonizzate i media, ma state attenti a quello che i vostri figli fanno quando li usano.
 
 

Accompagnare e partecipare

  • Navigate su Internet con i vostri figli, giocate con loro a un videogioco che amano o guardate insieme una trasmissione.
  • Sappiate che, come genitori, avete spesso preferenze e interessi diversi da quelli dei vostri figli: rispettate queste differenze.
  • Parlate regolarmente delle esperienze che vostro figlio ha fatto con i media, per esempio per quanto riguarda il meglio e il peggio della settimana.
  • žQuando i bambini sono confrontati con immagini che li turbano, è utile che ne parliate con loro, infondiate loro un senso di sicurezza e protezione e rispondiate alle loro domande in modo concreto e consono all'età. È inoltre importante che manifestiate le vostre emozioni e impressioni, come il turbamento e la compassione.
    Cercare & imparare
    [Link verso il testo sull’approccio da adottare con le notizie scioccanti]
 
 

Integrare attivamente i media nella vita quotidiana

Crescendo, i bambini desiderano utilizzare i media in modo sempre più indipendente. Approfittatene per creare un legame con la vita reale e promuovere così attivamente le competenze mediali.

  • žDovete spostarvi in treno? Fate cercare ai vostri figli il collegamento ferroviario adeguato sull'orario in rete.
  • I vostri figli non possono andare a una lezione di karate o di chitarra? Lasciate che scrivano da soli una mail per scusarsi e che la inoltrino poi con copia a voi, in modo che l'insegnante veda che siete informati. Approfittate dell'occasione per spiegare loro a cosa servono i diversi campi e le varie funzioni di un'e-mail, come ci si rivolge a una persona e come si formulano i saluti.
  • I bambini iniziano a interessarsi a temi di attualità. Guardate con loro telegiornali per bambini, che presentano testi e immagini adatti alla loro età (Cercare & imparare). O guardate un documentario sulla vita in altri Paesi, magari di un Paese in cui avete previsto di trascorrere le vacanze o di cui si parla attualmente sui giornali.
  • I vostri figli giocano a tennis, calcio o hockey su ghiaccio? Fate girare loro con il cellulare, a turno, un video di un frammento di partita (commenti e interviste ai giocatori compresi).
  
  
  

Ulteriori informazioni utili

 

 

  
  

Ulteriori offerte sul tema genitori / nonni