Come fare a discutere con i bambini e giovani sulle attività online

 

Una guida (in francese) dell' organisazione Dipendenza Svizzera offre ai genitori dei consigli su come discutere con i bambini e i giovani dell’essere online.

 
 
 

L’utilizzo di Internet e dei videogiochi può creare dipendenza

I giovani trascorrono molto tempo in Internet – mediamente due ore al giorno (studio JAMES 2014). Le reti sociali esercitano sugli adolescenti una forte attrazione e anche i giochi del computer li affascinano e sono utilizzati con frequenza. Attraverso questi mezzi si possono soddisfare diversi bisogni, come la voglia di avventura, il riconoscimento e il successo.

 

L’utilizzo esagerato di Internet e dei videogiochi può portare alla dipendenza. I giovani rientrano nella categoria a rischio:per i giovani con angosce sociali, depressi o che hanno una scarsa opinione di sé, il pericolo di sviluppare una dipendenza da Internet è maggiore; con i giochi e in Internet i problemi emozionali sembrano più facili da superare. Nel complesso gli utenti maschili di Internet sono maggiormente colpiti da dipendenza, ma la tendenza è quella di un aumento anche presso le utenti femminili.

 

I giochi di ruolo online e le piattaforme di comunicazione come le reti sociali e le chat presentano un alto potenziale di dipendenza. La loro particolarità è quella di permettere la creazione di comunità in cui si possono vivere amicizie e provare sicurezza – il che non è sempre facile da realizzare nella vita reale. Anche nel gioco si può soddisfare in modo istantaneo il bisogno di successo e di riconoscimento, ad esempio conseguendo un punteggio alto.

 
 
 

Da cosa si riconosce la dipendenza da Internet?

 
 

Nella dipendenza online si assiste ad uno spostamento degli interessi primari dalla vita reale a quella virtuale. Vi sono giovani che, fuggendo la luce solare, stanno in una stanza oscurata e si rifiutano di mangiare con la famiglia o che, durante le vacanze, preferiscono navigare in Internet e chattare con gli amici piuttosto che organizzare attività con la famiglia. Ne possono derivare conseguenze a lungo termine:

 

 

  • Crollo del rendimento scolastico
  • Ritiro dalla vita sociale
  • Sovraffaticamento per la mancanza di ore di sonno
  • Trascuranza dei contatti con i coetanei
  • Mancanza d’interesse per altre attività ricreative
 
 
 
 

Consigli per i genitori

 
 
  • Controllate i limiti minimi di età indicati sui videogiochi.
  • Fatevi mostrare i giochi dai vostri figli e parlate insieme delle loro attività online e dei loro siti web preferiti.
  • Riflettete su come soddisfare anche nel mondo reale la voglia di avventura e il bisogno di appartenenza, di riconoscimento e di successo.
  • Nel caso di un utilizzo esagerato di Internet e/o di videogiochi, ponete dei limiti giornalieri o settimanali all'utilizzo del computer e sviluppate con vostro figlio idee alternative su come trascorrere il tempo libero.

 

Per ulteriori informazioni, consigli o indirizzi utili nella vostra regione, rivolgetevi a Dipendenza Svizzera.

 
 
Google+