Attuale

 
 
 

24.10.2012 - Studio JAMES: uso dell’Internet mobile in au- mento fra i giovani; stabilità nell’impiego del loro tempo libero malgrado maggiore offerta mediale

Il secondo studio JAMES svolto da Swisscom e dalla ZHAW mostra che i giovani usano in misura crescente l’Internet mobile, puntano molto sugli smartphone e fruiscono simultaneamente di vari media su differenti apparecchi. Dal sondaggio emerge inoltre che, malgrado la maggiore offerta mediale, essi amano incontrare gli amici, praticare sport e fare musica. Stando allo studio JAMES, va crescendo la consapevolezza della necessità di proteggere i propri dati nelle reti sociali. L’84 per cento dei relativi utenti sostiene di tutelare attivamente il proprio profilo limitando gli accessi. Nel 2010 solo il 57 per cento affermava di permettere la condivisione dei propri dati esclusivamente a una cerchia ristretta di persone.

 

La ZHAW, l’Università di Scienze Applicate di Zurigo, ha svolto dietro incarico di Swisscom il secondo sondaggio, dopo quello del 2010, fra più di 1’000 giovani d’età compresa fra i 12 e 19 anni per conoscere le loro abitudini nell’utilizzo dei media e nell’impiego del tempo libero. Per piú informazioni

 
 
 

15.08.2012 - La maggioranza dei giovani naviga e gioca in rete spesso, ma senza eccessi

In Svizzera gli adolescenti e i giovani adulti navigano in media due ore al giorno in Internet, ma solo una minoranza eccede con comportamenti che suggeriscono un utilizzo problematico. È quanto risulta da un rapporto del Consiglio federale in risposta ai postulati Forster-Vannini (09.3521) e Schmid-Federer (09.3579) sul potenziale di pericolosità di Internet e dei giochi in rete.

 
 
 

31.05.2012 - Prima panoramica online dell’offerta informativa e formativa a livello nazionale

Adesso è disponibile online la prima panoramica dell’offerta informativa, formativa e di consulenza a livello nazionale per la promozione delle competenze mediali. Nella banca dati genitori, insegnanti, specialisti e persone che si occupano di bambini e giovani potranno trovare le offerte che fanno al caso loro.

 
 
 

30.4.2012 - Studio sulla dipendenza da cellulare tra i giovani

5 per cento dei giovani svizzeri tra i 12 e i 19 anni può essere definito «dipendente dal cellulare». È quanto emerge dal recente studio (disponibile solo in tedesco) dell’Università di Scienze applicate di Zurigo (ZHAW) sull’uso del cellulare tra i giovani in Svizzera («Handygebrauch der Schweizer Jugend – Zwischen engagierter Nutzung und Verhaltenssucht»). La dipendenza si può manifestare ad esempio nei tentativi vani di limitare l’uso del cellulare, nelle ripercussioni negative nel contesto sociale o nella mancanza di sonno causata da un utilizzo eccessivo del telefonino. Gli autori, Gregor Waller e Daniel Süss, hanno inoltre individuato i fattori di rischio che possono portare alla dipendenza da cellulare: impulsività, comportamento estroverso-attivo e rapporto difficile con i genitori. Al contrario, sempre secondo gli autori, un rapporto positivo e stabile con i genitori può avere un effetto di prevenzione. Per far sì che l’insorgere di una dipendenza da cellulare sia individuata tempestivamente e le sue conseguenze negative limitate, occorre sensibilizzare genitori, insegnanti e consultori. Inoltre, vengono indicate altre misure di protezione come limitare le funzioni specifiche sul cellulare, stabilire un numero massimo di SMS e far portare un orologio da polso.

 
 
 

19.3.2012 - La prima offerta prepaid rivolta ai bambini di Pro Juventute e Sunrise

Pro Juventute e Sunrise lanciano insieme Pro Juventute Primobile. Questa offerta prepaid unica nel suo genere sarà disponibile in tutti i Sunrise center dal 25 marzo. Primobile consente l’attivazione graduale delle opzioni di utilizzo ed è quindi adattabile costantemente al grado di sviluppo del bambino. Primobile tutela inoltre bambini e giovani dai contenuti non idonei e dai rischi connessi. La nuova offerta prepaid permette ai genitori di assistere i propri figli nella scoperta del mondo dei servizi di comunicazione mobile con modalità adeguate alla loro età e di insegnare loro a gestire i nuovi media in maniera responsabile.

 

Piu informazioni.

 
 
 

1.3.2012 - Documentazione Giornata delle competenze mediali 2011 online

Trova qui tutte le presentazioni, fotografie e video della prima Giornata delle competenze mediali e il Forum nazionale per la protezione dei giovani dai rischi dei media dal 27 ottobre 2011.

 
 
 

Fotografie per i media

 
Google+