Limiti d'età

 
 
 

30.10.2014

Sono stati appena resi noti i primi risultati dello studio JAMES 2014, che sarà pubblicato all'inizio dell'anno prossimo. Svolto ogni due anni dal 2010 dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) in partenariato con Swisscom, lo studio è dedicato all'uso dei media e alle attività nel tempo libero dei giovani svizzeri di età compresa tra i 12 e i 19 anni. Quest'anno sono state rilevate per la prima volta diverse tendenze. Si constata in particolare che attualmente il 68 per cento delle economie domestiche dispone di tablet, a fronte del 33 per cento nel 2012. Per quanto concerne la telefonia, il 98 per cento dei giovani svizzeri possiede un proprio cellulare (nel 97 % dei casi si tratta di uno smartphone). Non sorprende che questi apparecchi siano utilizzati sempre meno per telefonare e sempre più per ascoltare musica, navigare in rete, scattare foto o giocare ai videogiochi. Per quanto riguarda le reti sociali, Facebook resta in media quella preferita dai giovani svizzeri, ma non da quelli della fascia di età più bassa, che privilegiano invece soprattutto Instagram: l'82 per cento dei ragazzi tra i 12 e i 13 anni ha un profilo su questa rete di condivisione di foto e video, mentre quelli che ne hanno uno su Facebook rappresentano solo il 59 per cento. Nonostante la diffusione generalizzata di smartphone, tablet e console, le attività svolte nel tempo libero senza media – quali incontrare gli amici, riposarsi o fare musica – hanno comunque mantenuto la loro importanza. 

 
Google+