Limiti d'età

 
 
 

Contatto per i media

Telefono: +41 58 462 77 11

Email

 
 
 

Comunicati stampa

 
 
 

06.03.2014

Bisogno di regolazione nel settore della protezione della gioventù dai rischi dei media

Pornografia, contatti indesiderati in Internet e protezione dei dati sono alcuni dei principali problemi da affrontare attualmente per proteggere i giovani dai rischi dei media. Questa è la conclusione cui sono giunti diversi esperti tedeschi e svizzeri al termine di uno studio sulle tendenze di sviluppo e di utilizzo nel settore dei media digitali e sulle loro implicazioni per la protezione dei bambini e dei giovani dai rischi dei media, condotto nel quadro del programma nazionale Giovani e media. I risultati sono presentati in due rapporti, che forniscono un punto di riferimento al gruppo di lavoro della Confederazione incaricato di formulare proposte per la futura impostazione della protezione della gioventù dai rischi dei media. Communicato stampa completo.Rapporto "Entwicklungs- und Nutzungstrends im Bereich der digitalen Medien und damit verbundene Herausforderungen für den Jugendmedienschutz" in tedesco con riassunti in italiano, francese e...

[leggi]

06.12.2013

I genitori vogliono regolamentare meglio l'uso di Internet dei loro figli

I genitori che hanno poca familiarità con Internet, quelli di lingua straniera e quelli con figli già più grandi non controllano praticamente mai l'utilizzo di Internet da parte dei figli. Un'indagine del programma nazionale Giovani e media mostra che quasi un terzo dei genitori non ha mai parlato con i propri figli di come comportarsi se si imbattono in rete in contenuti che li turbano. Sono i genitori stessi a confermare la necessità di intervenire: oltre un terzo ritiene che dovrebbe regolamentare meglio l'utilizzo di Internet da parte dei figli. I genitori vorrebbero inoltre che in futuro fosse soprattutto la scuola a fornire loro informazioni sull'uso sicuro di Internet.     Communicato stampa completo.

[leggi]

07.03.2013

Passi avanti nella protezione della gioventù dai rischi dei media: il programma nazionale Giovani e media stila un primo bilancio positivo

Il Cybermobbing, la pornografia e le rappresentazioni di violenza sono rischi correnti in Internet, nelle reti sociali e nei media d’intrattenimento. Lo scopo del programma Giovani e media è di rendere attenti i bambini e i giovani a questi rischi e di insegnare loro a utilizzare i media digitali in modo sicuro. A metà del suo percorso i partner pro- motori del programma stilano un primo bilancio positivo: l’approccio dell’educazione tra pari (peer education), in particolare, è giudicato promettente e verrà quindi ulte- riormente sviluppato nel quadro di progetti modello. Inoltre, la Confederazione intende valutare entro il 2015 se vi sia bisogno di intervenire sul piano normativo anche a livel- lo federale. Leggere il communicato stampa

[leggi]

01.02.2013

Cybermobbing, videogiochi, smartphone e Co.? Tutto ciò che i genitori devono sapere

Il Programma nazionale Giovani e media ha presentato oggi la guida «Competenze mediali. Consigli per un utilizzo sicuro dei media digitali». Il manuale, realizzato dal gruppo di ricerca sulla psicologia dei media della Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW), risponde su base scientifica alle principali domande dei genitori sull’utilizzo dei media da parte dei loro figli.

[leggi]
Anzeige der Resultate 5 bis 8 von 9
 
Google+